Per informazioni contattateci al numero

0323.883535

ANDREA COCCO – BATTERIA

batteria

PROGRAMMA DIDATTICO
INSEGNAMENTO STRUMENTALE:
BATTERIA MODERNA e
BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ
Andrea Cocco
I corsi sono aperti a tutti a partire dai 5 anni di età.
Suddivisione dei corsi (a seconda del livello di entrata):
– propedeutica musicale di base (dai 5 agli 8 anni), primi approcci sullo strumento;
– corso strumentale livello intermedio, per studenti e amatori (lettura ritmica,
coordinazione di base, tecnica fondamentale dei rudimenti, accompagnamento
essenziale di brani con metrica binaria e ternaria in differenti contesti musicali:
popular music, shuffle, swing, latin);
– corso professionale (con possibilità di preparazione all’esame di ingresso al Triennio
Accademico di batteria e percussioni jazz in Conservatorio);
L’ambizione del percorso di studi è quella di formare dei musicisti che sanno interpretare il ruolo
della batteria e della percussione in funzione della musica e del contesto in cui si agisce oltre a
quella di creare un percorso di studi gratificante, un’esperienza ludica e professionalmente
formativa, un’occasione di sviluppo della propria sensibilità musicale, sia per gli studenti che
per i docenti, e un ambito formativo in cui poter mantenere sempre viva la curiosità nei confronti
della comunicazione artistica.
Per quanto riguarda i libri di testo, tendo ad usare il materiale più efficace e meno dispersivo
possibile, mi avvalgo, inoltre, di dispense personali scritte su misura in relazione ad una particolare
problematica (difficoltà tecnica, di memorizzazione, di coordinamento e di ascolto).
Mi avvalgo anche di basi audio senza batteria (minus one) per rendere gli studi più funzionali ed
efficaci.
OBBIETTIVI TECNICI
LIVELLO BASE:
• Primi approcci al mondo delle percussioni e della batteria attraverso il gioco (5-10 anni);
• Impostazione delle mani ed uso dei polsi con portamento dei primi colpi (matched e/o
traditional grip);
• Leggi corporee per una postura corretta e rilassata sullo strumento;
• Introduzione alla teoria ed ai valori delle note con solfeggi ritmici parlati ed applicati
dapprima con la voce e successivamente sul tamburo (libro di testo: “L’innato istinto della
batteria”- “Dante Agostini solfeggio vol. I”);
• Utilizzo e primo approccio di tutta la gamma delle bacchette (normali, mallets, rute, fruste,
spazzole);
• Lavoro svolto sulla memorizzazione e ripetizione sulla batteria di piccole frasi cicliche
sviluppate nel tempo (concetto di “ritmo”);
LIVELLO INTERMEDIO:
• Tecnica di base attraverso lo studio dei 40 rudimenti, con l’ausilio di dispense e libri di testo,
e loro spostamento sul set per un approccio creativo allo strumento;
• Uso del metronomo e sviluppo del groove;
• Studio progressivo incentrato sulla lettura e la scrittura della partitura musicale (teoria
musicale, notazione, punteggiatura, valori), attraverso l’ascolto e la trascrizione (accenni di
scrittura informatica musicale);
• Analisi di brani selezionati, e studio in vari stili (popular, rock, blues, jazz);
• L’utilizzo dei pedali (pedale cassa e pedale hi hat);
• Tocco e dinamica sullo strumento (sviluppando la propria creatività musicale);
LIVELLO AVANZATO:
• Poliritmia (studio e pratica quotidiana), metodo: “Four way coordination” e “Dante Agostini
vol.4”;
• Analisi di brani selezionati, e studio in vari stili (popular, rock, blues, jazz);
SEZIONE JAZZ E PREPARAZIONE ALL’ESAME DI AMMISSIONE IN
CONSERVATORIO:
• Studio dell’indipendenza jazzistica legata all’accompagnamento ed al fraseggio (metodi:
“Jim Chapin”, “Syncopation”, “L’arte della batteria bop”, “Beyond bop drumming”,
dispense personali);
• Tecnica e linguaggio delle spazzole (dispense personali);
• Improvvisazione e costruzione di un assolo libero o all’interno della struttura del brano
(sviluppo della propria creatività e musicalità sullo strumento);
• Analisi del repertorio jazzistico, sia storiografico sia strumentale;
• Lavoro su minus one sia per formazione combo jazz sia per orchestra jazz;
TEORIA E PRATICA QUOTIDIANA SULLO STRUMENTO:
• Nomi ed utilizzo dei vari componenti della batteria;
• Storia dello strumento dalle origini e collocazione nella famiglia delle Percussioni;
• Accordatura e manutenzione (hardware, pelli, tamburi);
• Scelta di piatti, pelli e bacchette in base al genere musicale suonato ed al proprio set up;
SU RICHIESTA DELLO STUDENTE:
• Esigenze dello studente relative a problematiche e repertori svolti in ambito scolastico o con
la propria band.

 

 

CURRICULUM MUSICALE
COCCO ANDREA_BATTERISTA e DOCENTE DI STRUMENTO
Nel Marzo 2015 si diploma con menzione da parte della commissione esaminatrice, presso il
Conservatorio “G.Verdi” di Como, triennio accademico di I livello in batteria e percussioni jazz,
dove ha studiato sotto la guida dei M° Stefano Bertoli, Paolo Pasqualin e Francesco D’Auria.
Titolo della tesi “INNOVAZIONE STILISTICO STRUMENTALE E AVANGUARDIA
MUSICALE IN ITALIA NEGLI ANNI ’70- IL COLLETTIVO AREA”.
Attualmente è iscritto e frequenta il biennio di specializzazione ad indirizzo jazz presso il
Conservatorio “G.Verdi” di Como, sotto la guida dei Maestri Francesco D’Auria, Marco Micheli e
Edgardo “Dado” Moroni.
Tramite il Conservatorio, partecipa nel giugno del 2013 alla registrazione di una puntata del
programma “DANCING STORIES” per RAI5.
Sempre in ambito di studi jazzistici frequenta dal 2011 al 2014 il “Corso di formazione e
perfezionamento jazzistico” con il M° Ramberto Ciammarughi.
Per tutto il 2011 ha frequentato lezioni private di batteria a Roma con il M° Fabrizio Sferra
(Doctor 3, Space jazz trio, Enrico Rava quintet e molti altri).
Studi di tecnica strumentale e linguaggio: “A lezione da Christian Meyer” (corso seminariale
presso l’Accademia Del Suono di Milano) anni accademici 2009/2010-2010/2011.
Dal 2012 entra a far parte dell’ensemble di percussioni WAIKIKI, sotto la direzione del M°Davide
Merlino. Sempre nel 2012 prende parte alla registrazione del primo album dell’ensamble dal titolo
“WAIKITUS”, composto interamente da brani inediti del M° Lorenzo Erra. Nel 2014 partecipa
insieme all’orchestra Waikiki ad un doppio concerto con ospite il noto compositore e percussionista
brasiliano di fama mondiale NEY ROSAURO. Nel Maggio 2015 partecipa insieme all’orchestra
Waikiki ad un concerto-evento insieme al M° Gianni Arfacchia (percussionista del teatro La Scala
di Milano).
Nel 2012 si unisce al progetto “Davide Merlino percussion duo”. Progetto incentrato totalmente
sull’aspetto dell’improvvisazione totale, unita al mondo degli strumenti a percussione. Il duo ha già
all’attivo partecipazioni in vari festival (Festival del Cinema di Locarno, Novara jazz festival,
Meeting dell’artista- Vigevano). Nell’ottobre 2013 registrano una puntata live e un’intervista
per il programma BATTITI- RADIO3 RAI (presso gli studi Rai di Roma). Nell’aprile 2015
sono ospiti in diretta del programma “PIAZZA VERDI”- RADIO3 RAI (presso gli studi RAI
di Milano).
“…Gli strumenti a percussione ci accompagnano sin dall’alba dell’umanità. Percuotere, colpire,
agitare un oggetto, creare un ritmo sembra essere la cosa più naturale del mondo eppure ancora oggi
rimaniamo incantati all’ascolto dell’incredibile varietà di suoni che si possono ricavare da pelli,
piatti, metalli e oggetti. Questa notte a Battiti ospitiamo dal vivo proprio un duo di percussionisti,
Davide Merlino e Andrea Cocco, che hanno messo in piedi un set di improvvisazione dal forte
potere evocativo e comunicativo. Serata di grande fascino con il Davide Merlino Percussion Duo e
occasione per conoscere da più vicino il loro percorso artistico…”_Pino Saulo.
Insieme a Davide Merlino, forma anche il “Davide Merlino percussion quartet” (con Giorgio
Borghini- percussioni e Davide Broggini- marimba).
Insieme a Davide Merlino, Alberto Ricca/ Bienoise e Federico Donadoni fonda l’etichetta
discografica indipendente FLOATING FOREST REC., etichetta che lavora nel campo della
musica improvvisata e della musica elettronica di confine. Il collettivo ha già ospitato ospiti
d’eccezione in numerose serate, quali Achille Succi, Alberto Mandarini, Pasquale Mirra, Luca
Gusella, Saber Mateen, Zeno Gabaglio.
Nel 2014 prende parte allo spettacolo teatrale “NASCO DOMANI” scritto, diretto e interpretato da
Giovanni Siniscalco (già nella compagnia teatrale del M° Paolo Poli).
Nel settembre 2014 organizza un seminario in collaborazione con PATRIZIO FARISELLI
(AREA) dal titolo “L’IMPROVVISAZIONE IN MUSICA-conversazione sugli aspetti cognitivi
della composizione estemporanea”.
A Gennaio 2015, viene chiamato dal M° Alberto Mandarini ad organizzare un collettivo
orchestrale per l’esecuzione dell’opera “METAMORFOSI”, scritta e diretta dallo stesso Alberto
Mandarini, e con la partecipazione speciale di Achille Succi e Guido Mazzon.
Nell’Agosto 2015 prende parte, in veste di organizzatore, alla prima edizione del Festival
“POLIRITMICA”- festival di percussioni di Verbania e del lago Maggiore.
In ambito jazzistico ha suonato e suona con: Davide Merlino, Lorenzo Blardone- Luca Barboglio
(ALL ART TRIO- finalisti del primo concorso nazionale “Gianni Basso”, tenutosi ad Asti), Simone
Prando- Marco Tiraboschi (trio), MU, Achille Succi, Roberto Mattei, Fabrizio Spadea, Luca
Gusella, Tullio Ricci, Pasquale Mirra, Sabir Mateen, Alberto Mandarini, Guido Mazzon, Zeno
Gabaglio, Renato Pompilio, Fabio De March, Giancarlo Ellena.
E’ inoltre impegnato in numerosi altri progetti che spaziano dal pop al blues al cantautorato al rock
(tutti visionabili alla pagina ANDREA COCCO del portale LINKEDIN).
Partecipa ai seguenti seminari relativi al proprio strumento: Billy Hart, Marco Volpe, Ellade
Bandini, Walter Calloni, Christian Meyer, Francesco Sotgiu, Gaetano Fasano, Stefano Bagnoli,
Marco Minneman.
Dal mese di Ottobre 2015 collabora con l’associazione “EMISFERI MUSICALI- CENTRO DI
MUSICOTERAPIA ORCHESTRALE”, presso la sede di Borgomanero, tenendo lezioni di
strumenti a percussione e collaborando con le attività orchestrali e concertistiche.
Attualmente collabora con le associazioni “L’ESTROARMONICO” e ”BORGOMUSICA”
tenendo lezioni di strumento presso le scuole medie di Stresa (VB) e Borgomanero (NO).
Ulteriori collaborazioni con la scuola di musica “ARTURO TOSCANINI” di Verbania, con la
scuola di musica “ARCADEMIA” di Omegna, e con L’ENTE MUSICALE DI VERBANIA.
Ha collaborato con la scuola media di Cannobio, tenendo dei corsi di propedeutica e avvicinamento
alla musica e con la scuola media ad indirizzo musicale “Ranzoni” di Trobaso, tenendo un corso
annuale di batteria, percussioni e teoria musicale.